giovedì 30 aprile 2015

Pistaaaa.....cchio!!!

Penso che la Primavera sia la mia stagione preferita, chissà perché!? Forse avendo vissuto un anno alle Canarie, a Las Palmas, città dell'eterna primavera, mi sembra di ritornare indietro nel tempo e rivivere quei bei momenti in terra spagnola! 

Comunque, sono in vena di sperimentare! Sarà che il 10 maggio andrò in Cast per un mini corso su frolla, sfoglia e pasta della pizza che mi ha regalato mia cognata; e non vedo l'ora di essere lì!


Oggi tocca un dolce al piatto, proprio perché ho voglia di sperimentare, accostare, provare e volevo tentare a temperare il cioccolato. Devo dire che senza attrezzature giuste può risultare un po complicato e sicuramente ci si deve prendere la mano, ma sono molto soddisfatta dei risultati!! :) Se fosse Pasqua azzarderei qualche uovo di cioccolato!
E poi c'è la pasta di pistacchio da provare e la farina di mandorla che vengono direttamente dalla Sicilia! Quindi nasce: Filastrocca, perché è un gioco, perché mi diverto sempre a mettermi ai fornelli e perché mi piace tantissimo questa filastrocca di Rodari: 

Filastrocca di primavera
più lungo è il giorno,
più dolce la sera.
Domani forse tra l'erbetta
spunterà qualche violetta:
Oh prima viola fresca e nuova
beato i l primo che ti trova,
il tuo produmo gli dirà,
la primavera è giunta,è qua.
Gli altri signori non lo sanno 
e ancora in inverno si crederanno,
magari persone di riguardo,
ma il loro calendario va in ritardo.

(G.Rodari)





FILASTROCCA:

Bavarese al pistacchio: (dal blog di Teonzo)

25 g tuorli
30 g zucchero
70 g latte
3 g gelatina
50 g pasta di pistacchio
150 g panna fresca

Mescolare i tuorli con lo zucchero, aggiungere il latte a filo e portare ad una temperatura di 82°C (crema inglese). Ammollare la gelatina in acqua fredda ed aggiungerla assieme alla pasta di nocciole mescolando bene. 
Far raffreddare la crema e quando raggiunge la temperatura di 35°C incorporare la panna semimontata a più riprese.

Streusel alle mandorle:(dal blog di Pinella)

50 g burro
50 g zucchero di canna
50 g farina 00
50 g farina di mandorle
un pizzico di sale

Mescolare il tutto fino ad ottenere una massa che si sbriciola ed infornare sulla teglia ricoperta di carta forno a 160° fino a doratura.

Dacquoise alle mandorle:

60 g zucchero a vele
55 g farina di mandorle
60 g albume d'uovo
20 g zucchero semolato
poco colorante verde in polvere

Mescolare lo zucchero a velo con la farina di mandorle e il colorante verde, montare l'albume con lo zucchero semolato. Incorporare le farina all'albume montato e con una sac a poche formare dei dischetti sulla teglia foderata di carta forno. Infornare a 170°C fino a doratura.

Salsa al cioccolato fondente:

100 g cioccolato fondente
50 g latte

Sciogliere a bagnomaria.




Composizione del dolce:
Temperare il cioccolato e formare una sfera di 8cm di diametro. Scaldando una ciotolina e mettendola a contatto con la sfera di cioccolato ricavare un foro sotto della larghezza della sfera di bavarese al pistacchio.


In un piatto mettere un disco di dacquoise, spargere intorno streusel di mandorle, ciuffetti di bavarese. Creare una spirale di bavarese con la sac a poche e un beccuccio da 8 mm, cospargere di pistacchi tritati e adagiarvi la sfera di bavarese. 



Decorare con una violetta e mezzo pistacchio. Inserire la sfera e decorare a piacere con uvetta di Corinto rinvenuta nel rum, pistacchi tritati grossolanamente, riccioli di cioccolato.





Una colata di salsa al cioccolato calda e si rompe la sfera rivelando l'interno:


video


Stesso dolce, altra versione:
al posto della sfera ci sono dei triangoli leggermente ricurvi ricavati da cioccolato temperato steso su un foglio di acetato colorato con colorante perlescente verde (mi manca il burro di cacao, me lo procurerò presto). 








Poi si inonda con la salsa di cioccolato e....lascio a voi il giudizio! :)




Con questo dessert partecipo al contest di
Le ricette di Gessica


Alla prossima

Silvia

7 commenti:

  1. Il percorso lungo della Cast è anche un mio di sogno, ma resterà nel cassetto. Tu sei ancora molto giovane ed è bello che tu possa realizzare il sogno di farne una professione. Hai temperato alla grande: è lucidissimo ! Come quello dei pasticceri...che però hanno la macchina temperatrice ! Un dolce da ristorante stellato.

    RispondiElimina
  2. Cara Cristina! Grazie per il tuo commento! io credo non sia mai troppo tardi per tentare di realizzare un sogno! :) Nella vita mai dire mai!!
    Grazie ancora un abbraccio

    RispondiElimina
  3. Mamma mia questo dolce è spettacolare. Sei così brava che fai benissimo a cercare di realizzare il tuo sogno

    RispondiElimina
  4. Cara Elena! grazie infinite! :) Sei gentilissima! A presto :)

    RispondiElimina
  5. Vedo adesso questo spettacolo e rimango a bocca aperta e senza parole!!Sei bravissima!!!

    RispondiElimina
  6. Cara Laura! Grazie :) Gentilissima!!! Un abbraccio

    RispondiElimina

Grazie per i commenti che vorrete lasciare, li leggo sempre con un pò di commozione!!